31 Dicembre 2013

Partiamo alle 8.15 da Bologna, sfruttando il gentile passaggio del servizievole vicino di casa Michele e, con breve scalo a Fiumicino, atterriamo in perfetto orario ad Istanbul alle 13,15 (12,15 italiane). Prenotiamo un taxi per andare e tornare all’aeroporto. La distanza non è esagerata ma il traffico rende il tragitto un’ odissea.
20140131-220458.jpg
Prendiamo possesso delle due stanze al Sed Hotel e passeggiamo un po’ a vanvera, finendo col vedere piazza Taksim e la strada Istiklal, cuore europeo della città, attraversata da un nostalgico tram. L’atmosfera è caotica ma vivace. Kebap  giganteschi e cibo da strada si mescolano a griffe commerciali. Pullman di poliziotti sono dietro ogni angolo e il traffico, subito fuori dall’oasi pedonale è a dir poco folcloristico. Mezzanotte viene salutata da un coro di clacson e da qualche fuoco sul Bosforo, piuttosto deludente. Brindisi all’ora italiana in camera. Buon anno!!

 

Pubblicato da cautha16

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine. E' letale. (Paulo Coelho)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: