Ritratti

IMG_3116

C’è una fondamentale differenza tra i viaggi via terra e via mare. Per terra il viaggio è uno spostamento, per mare è un abbandono.
Quando si mollano gli ormeggi non si parte, si va via…verso un altro mondo, con altre regole e altri tempi. Probabilmente è anche per questo che gli incontri tra “marinai” sono facili e affabili. Ci si sente tutti sulla stessa…barca…
IMG_3120

Penso alle quattro signore neozelandesi, di mezza età (più la mezza-dopo che la mezza-prima) in catamarano, che abbiamo incontrato in ben 3 ormeggi diversi; avrebbero chiacchierato per ore se il mio inglese l’avesse consentito.
Penso all’ormeggiatore di Trani, orgogliosissimo della sua città, dove, parole sue, “non piove mai”, che, dopo l’acquazzone, si è venuto a “scusare”.
Penso ad un ragazzo appassionato di vela e alla sua fidanzata, che ci hanno intrattenuto a lungo sul molo di Monopoli, con aneddoti marini. Disinvolti, cordiali, allegri, vent’anni spesi bene.
E, oggi, in marina, a Brindisi, i vicini di barca, Maura e Giulio, skipper lui, stunt-woman e appassionata di cavalli lei, ci raccontano storie con il valore aggiunto di uno splendido accento romano.

image

Pubblicato da cautha16

Se pensi che l'avventura sia pericolosa, prova la routine. E' letale. (Paulo Coelho)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: