Globalizzazione

IMG_2492.JPG

È ormai da un po’ che i confini tra cibo e culture si sono fatti labili e indistinti. Si mangia il cus cus sotto le due torri, si festeggia Halloween a Calderino, il salame ungherese va alla grande a Trapani…
Eppure, quando ho visto comparire lungo le strade cittadine, piccoli banchetti ambulanti con bracieri da cui provenivano fumi e profumi familiari ho stentato a crederci…
In barba a tutte le nostre ipotesi precedenti l’acquisto, era proprio quel che sembrava: sotto un cielo blu cristallino, con 22 gradi e i sandali ai piedi si mangiano le caldarroste!!
Nel mio immaginario la buccia annerita dei marroni va a braccetto con cieli bigi, maglioncini di lana, nebbia, tappeti di foglie gialle e rosse e serate in casa con lo strofinaccio bollente, pieno di caldarroste sulla tavola.
Mangiarle qui e ora è come passare il Natale alle Maldive… che schifo certo non fa … ma strano sì.
Unica connotazione “straniera”, peraltro molto gustosa è il sale ( se non qui, dove?) che viene messo sulla carbonella e tinge la buccia delle castagne di un insolito bianco e le insaporisce appena un po’.
A testimonianza che il buono è buono ovunque, anche i locali dimostrano di gradire molto e, quindi, incurante del clima, non mi resta che augurare…Buon autunno a tutti!

Concludo con una firma nel nostro registro virtuale che è stata oggetto di dubbi e perplessità. Essendo l’ospite di turno nostra figlia, era incerta l’opportunità di farle apporre o meno la firma. Ma ci ha pensato lei a sciogliere ogni dubbio. Nel suo lungo e variopinto elenco di esperienze oggi ha aggiunto quella di modella per acconciature…!
Essendo lo scopo recondito di questo blog il dispensare buon umore, non potevo lasciarmi sfuggire un’occasione così…😀
Ed ecco Silvia, versione Crudelia Demon.

IMG_2505.JPG

4 pensieri riguardo “Globalizzazione”

  1. Ciao Silvietta…
    beh…. le ciocche ai lati rosso fuoco fanno anche “pendant” per la festa di Halloween…..
    Direi che il taglio sbarazzino ti sta proprio bene!
    Ciaooo

  2. Ogni racconto un sorriso qui nella bassa bolognese 🙂
    Questo venditore di caldarroste ci lancia un’idea, che non ci si può reciclare nel mondo solo come venditore di piadine, ma anche venditore di “marroni”!
    Eccellente il banchetto, realizzato con chiodi e legno, come la nostra idea di casa del futuro.
    Una baracca di legno sul mare! … Magari vicino a Trapani 😉
    Il nostro sorriso diventa meraviglia vedendo come si è fatta bella Silvia, viso meraviglioso con questa cornice di colori dei capelli!
    Ragazzi a voi 4 fa bene viaggiare, diventate sempre più belli.
    Siamo felici per voi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.