Radio net

image

Ore 8:50
Il vhf della barca è acceso sul 72; accanto a me Anna, un’amica conosciuta da poco, che come un gentilissimo angelo custode mi assiste… nel caso qualcuno facesse domande…
Ore 8:55.
Rileggo e sono un po’ agitata…
Ore 9 in punto.
La radio chioccia: Good morning Marina di Ragusa winter live-aboards…
Lo schema é sempre quello, tutti i giorni: saluti, emergenze sanitarie e no, previsioni del tempo e via così, con un rigore tipicamente britannico.
Aspetto il fatidico punto 8: Social Activities & events…… are there any announcements this morning? Go Ahead Please…

Ecco qua, tocca a me!
In un inglese con spiccato accento bolognese annuncio che le lezioni d’italiano partiranno da novembre.
Ebbene sì, il “subdolo” consorte è riuscito, non so come, a diffondere la notizia che sono un’insegnante d’italiano, le richieste si sono accumulate e, incredibile ma vero, questo inverno, fra le tante cose, farò anche il mio mestiere.

Siamo sempre a Marina di Ragusa ma da un po’ di tempo a questa parte il porto si è riempito di barche. Più di un centinaio di vele che trascorrono qua il cosiddetto invernaggio. Tutte rigorosamente straniere: olandesi, francesi, inglesi, americane, australiane, tedesche, spagnole, svizzere. Appartengono tutte a coppie di mezza età ed oltre e vivono in barca in un luogo dal clima decisamente migliore di quello dei loro paesi d’origine. Una piccola comunità organizzata, con il suo appuntamento radio quotidiano, gli aperitivi due volte a settimana, gli incontri di ginnastica sulla spiaggia, e tanto altro, tra cui, ora, la possibilità di imparare l’italiano!

In questo contesto internazionale, le barche di connazionali sono una rarità: oltre a Werther, una vecchia conoscenza di Trapani, Rosanna e Alessandro che mi hanno presentato i miei primi allievi (una coppia di americani che vivono da 17 anni in barca) e Anna e Paolo tornati or ora nel Mediterraneo dopo un giro del mondo, durato tre anni. Li incontriamo con un pizzico di sollievo, quasi fossimo all’estero, ma il piacere di conoscerli e passare del tempo insieme è sincero e non frutto di spirito campanilistico…

Ore 9:10.

La radio chioccia: Finally is there any other business before we close the net? There being no other business we will close the net for this morning.

Il messaggio radio è finito ma l’invernaggio è appena cominciato.

Ps. Il blog di Anna e Paolo insieme a quello di altri  cari amici in una nuova pagina: “amici giramondo”

DSCN9010_Snapseed
Cena a bordo di Zoomax di Anna e Paolo

15 pensieri riguardo “Radio net”

  1. Be’, questa proprio non me l’aspettavo… Piu’ internazionali che a Trapani! Di sicuro, un’ottima esperienza per i tuoi allievi ma anche per te, Antonella. Un modo per restare in allenamento, casomai avessi messo nel cassetto il mestiere. Dear sirs, you chose the right one!

  2. Beh, che dire l’iniziativa non vi manca! Quando ci si apre al mondo il mondo risponde, ed ecco un’intera flotta di ‘sfollati’ rispondere all’appello della neo, ma che dico neo, della navigatissima professoressa! O forse dovevo dire della professoressa navigante? 😉
    Un grande bacio di mare (perché è lì che ho il cuore).

  3. Ragazzi, chapeau. Io non lo so perchè ma, magari mi sbaglio e…..prendo un abbaglio ma…..quando sento i Vs “lieti fine” alternativi, devo ricacciare indietro la lacrima. Perchè ce la fate. Perchè siete la dimostrazione che ci vuole coraggio si, ma non basta. Ci vuole sensibilità e amore per il bello. Bello esteriore che è espressione del senso interiore.
    Anche io sto tentando. Certo molto più in piccolo. Ma ogni volta che mi scoraggio per il cambio repentino di abitudini e prospettive, puntualmente arrivate voi in tempo a salvare “il senso” delle cose.
    Fonderei un vostro fun club

  4. Non siete mai una sorpresa, siete una conferma!
    Ancora una volta Stefano ha trovato da lavorare a te 😉 e lui gestisce e dirige le tue nuove fatiche.
    Un mito!
    Capisco la tua ansia, sono agitata io per te, perché non ci si sente mai abbastanza bravi e non si pensa mai di avere la competenza giusta!
    Vicino a lui semplici capacità diventano grandi competenze e …ci si accorge di avere doti che non si sapeva di possedere.
    Vorrei averti vicino Stefano, per ricevere una tua “ventata” di autostima ed arrivare a fare un passo più in là di quello che il mio coraggio sente di poter fare!
    Un abbraccio e …tifo per te Antonella, sarà una splendida esperienza.

  5. CHE BEL !!
    Ciao ragazzi!!!
    Siamo contentissimi per voi : un “Villaggetto invernale “che vi rimarrà nel cuore per sempre… CHE BEL !!!
    Un bacione a tutti…
    Noi , nel frattempo, talloniamo da…lontano, furtivi e silenti…,Y2K…SHHHH!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.