La prova del nove

Ci sono persone che sono bravissime non solo a cucinare ma anche a conservare gli alimenti in mille modi creativi: marmellate, conserve, sottaceti (!!!); e persone che sono bravissime a…riconoscere le persone di cui sopra e a scovare i ristoranti e le rosticcerie migliori.

La brevissima sequenza fotografica che segue  testimonia l’assaggio delle famigerate olive di Tonino e chiarisce, senza ormai ombra di dubbio, a quale categoria appartengo…

 

IMG_2342
assaggio
IMG_2344
primo impatto
IMG_2345
effetto finale

 

14 pensieri riguardo “La prova del nove”

  1. Come diceva Vito (un comico nostrano)
    “Belle sono belle ma saranno anche buone????
    A quanto pare no!!!
    E….in effetti, Antonella, il tuo viso non sembra esprimere una gran soddisfazione a quello che stai ingerendo!!!
    Peccato!!!!

  2. Cara Anto,come ti dicevo per la treccia,anche per le conserve bisogna provare , provare, provare……. Dai che il tempo non ti manca !!!!!!

  3. La chiamano Arte culinaria…ci sarà un perché …Non avevo mai pensato a delle semplici olive che di solido compriamo nello scaffale guardando il prezzo, il colore, la dimensione, come bisogna comportarsi se te le regalano appena raccolte dall’albero. Non avevo proprio idea di quale lavorazione devono subire per essere buone da mangiare! Mi sono dovuta documentare e ho imparato qualcosa in più, niente di così banale per delle deliziose olive in salamoia, sott’olio o sotto sale. Tempi lunghi per realizzarle ed ammollo dai 5 o 7 giorni in acqua fredda che va cambiata 2-3 volte al giorno. Io ci riproverei Antonella, vuoi vedere che il prossimo anno ci regali un vasetto di olive in salamoia o sott’olio di tua conservazione!? Un abbraccio ragazzi

  4. Mi sembrava un po’ troppo facilone il tuo Tonino…tutto in una settimana!! Boh! Sarà l’aria di trapani, ho pensato. Anto, svelto e bene u’ne sta nsieme!! Diceva il mio nonno toscano… Metti le olive nel barattolo, con le spezie che vuoi, anche scorza di limone o arancia e tanto sale grosso a riempire. Niente liquido, quello verrà fuori dalle olive. Lascia i vasetti al buio, in sentina?, e ogni tanto rovesciali. Fai passare l’inverno. A Pasqua quando verremo per il primo bagno, gli facciamo la festa…pazienza ci vuole picciotta!!!

    1. Mi sa che hai proprio ragione. Tonino la fa facile o fa il furbo…lui le vende già pronte…Ci riproverò alla toscana!! E a Pasqua vi aspetto comunque, anche senza olive!

      1. Ho bisogno di una scusa per venire. Sai che la nonna si concede con il contagocce..olive!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.