Bandiere

IMG_4168

Il destino, si sa, è dotato di grande ironia.
Così succede che dopo anni e anni di esterofilia, pedalando sotto nordici cieli bigi, facendo finta di parlare un’altra lingua per non essere accomunata ai “soliti italiani” chiassosi, disordinati e incuranti delle regole, mi capita di costeggiare l’incriminata penisola fino in Sicilia. E succede l’inaspettato.
I paesaggi, l’arte, l’architettura, la storia, le tradizioni, i cibi, i profumi, la lingua (…che dovevo insegnarla agli stranieri per accorgermi di quante sfumature sia capace…) e soprattutto l’ospitalità e la cordialità delle persone mi fanno far pace col mio paese natale. E dopo questi due anni in Sicilia mi scopro quasi patriota.
Ebbene, proprio adesso che esporre la bandiera italiana a poppa della barca era diventato un orgoglio, il nostro tricolore è declassato a bandiera di cortesia e, mentre il vessillo di Bologna sventola, a dichiarare la nazionalità dell’equipaggio, Cautha batte bandiera… olandese.
Eviterò di entrare in dettagli tecnici; dirò semplicemente che abbiamo cambiato bandiera esasperati dall’ennesima nuova normativa che modifica le dotazioni di soccorso obbligatorie. Le norme nella nautica italiana sono tante, complesse, definiscono dotazioni standard, tempi e modalità di controllo e revisione senza distinguere tra equipaggio ed equipaggio, tra uso ed uso, tra competenze e competenze e cambiano più spesso di quanto sembrerebbe logico pensare, obbligando gli utenti a tenersi costantemente informati.
Stanchi di rischiare d’essere fuorilegge per qualche cavillo, ma principalmente per esercitare il diritto di essere responsabili della nostra sicurezza, abbiamo arrotolato il tricolore. Ma ci dispiace e molto. Da ex-esterofila e navigante ho imparato ad amare il mio paese, ma forse, come dice un mio caro amico, il mio paese non ha ancora imparato ad amare me.

10 pensieri riguardo “Bandiere”

  1. Siamo in due a soffrire per il cambio di bandiera Noi belga che cromaticamente è ancora più brutta di quella olandese ma i motivi sono gli stessi vi siamo vicini e nel cuore sono e resto italiano Ciao a presto e…. Viva l’ Italia …. Quella vera !!!!

    Inviato da Adriano

    >

  2. Sia in Mediterraneo che in Atlantico, per trovare un equipaggio italiano devi guardare la bandiera del proprietario,sulla sinistra dell’albero
    .Quella bandiera dice tutto di chi vive a bordo e si porta dentro l’amore per la propria Terra, ma rifiuta di essere un “suddito”
    .In questi giorni, da Antigua, noi del “Paddy Boy” siamo sotto il torchio dell’Agenzia delle Entrate perchè abbiamo avuto il coraggio, dopo una vita di lavoro onesto e risparmi ,di comprare un 42 piedi che da tre anni è la nostra casa.
    Il nostro “Paddy Boy” batte bandiera olandese dal 2015,senza alcun rimpianto .
    Amiamo l’Italia ,ma la nostra libertà è al di sopra di tutto .

    1. Mi ricordo. Eravamo insieme quando stavate facendo le pratiche per il passaggio e ho riletto proprio il vostro post per avere le “istruzioni” del caso. Al tempo speravo di resistere e invece no. Pazienza! Un abbraccio!

  3. Cari ragazzi, purtroppo è un passo obbligato. Il nostro paese non ci ama, ci sfrutta, ci torchia e ci massacra di balzelli. Se non fossimo molto lontano dall’Italia anche noi saremmo ormai olandesi. Siamo orgogliosi di essere italiani, di avere a poppa il nostro bel vessillo con le repubbliche marinare al centro, e solo qui tanto lontano dall’Italia viene apprezzato,amato e rispettato.

    1. Peccato che non pensiamo di fare il giro del mondo…altrimenti potremmo ritornare alla bandiera italiana…😉 Un forte forte abbraccio. Abbiamo voglia di vedervi! Ciaoooo

  4. Ogni virgola è oro colato e sentire condiviso dal diportista medio. È molto rincuorante condividere questi pensieri di comune senso logico.
    Tra l’altro avete un modo cosi garbato di dire le cose, che le rende ancor piu inopinabili.
    Buona Vita

    Pierluigi

  5. Noi continuiamo a sventolare la bandiera italiana! Abbiamo tutte le dotazioni richieste e le avremo comunque anche con altra bandiera. È appena arrivato il rimborso della tassa di possesso pagata e poi tolta…
    Siamo italiani felici di essere nati in Italia. L’Italia la fanno gli italiani!!

    1. Mi fa piacere che sventoli il vostro tricolore. Lo ha fatto anche il nostro finché siamo stati a Ravenna. Ma adesso le nostre priorità sono cambiate. Ben lontani dal diminuire le dotazioni di sicurezza ( sai quanta fifa ho…😉) è diventato fondamentale poter scegliere come dove e cosa tenere a bordo per sentirci tranquilli. Un abbraccio a tutti.

Rispondi a giuliana ciacchi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.