I segreti di Mazara

L’uomo è un animale empatico, tende ad assomigliare a ciò che ha intorno. Perciò, che senso avrebbe sminuire la felicità, nascondere la generosità, occultare la bellezza…? Eppure accade. E posso capire che un sacerdote battagliero che si è dato il nome d’arte di Don Chisciotte (e questo la dice lunga) sostenga che i lunghissimi anniContinua a leggere “I segreti di Mazara”

Arrivederci Trapani!

  23-08-2014 / 31-08-2015 Ci sono anni leggeri come piume, altri pesanti come piombo. Poi, ci sono anni come questo, intensi, densi di gioie e dolori, incontri e commiati. Ieri Cautha ha lasciato la sua casa a Marina Levante per tornare ad essere “senza fissa dimora “. E non è stato facile, nè indolore. CosìContinua a leggere “Arrivederci Trapani!”

Marettimo, l’isola del tesoro.

C’è un motivo per cui, tra le Egadi, Marettimo copre il posto d’onore nel cuore dei trapanesi. Qualcosa avevo già intuito quando vi ero sbarcata per una breve notte con Cautha, ma molto più convinta sono ora che, grazie ad un passaggio con il meno romantico ma tanto più veloce gommone di Dario ho potutoContinua a leggere “Marettimo, l’isola del tesoro.”

Oltre oceano

Spesso l’empatia é un sentimento scomodo e pericoloso e l’essere troppo permeabili alle emozioni altrui può fare male;  eppure ci sono anche occasioni in cui può essere un lieto dono.  Max e Ale sono due amici conosciuti da non molto,   due belle persone con un bel sogno: veleggiare verso e oltre oceano fino a spiaggeContinua a leggere “Oltre oceano”

S. Pietro

La chiesa di S. Pietro é veramente poco appariscente, mimetizzata com’è in mezzo a case di identico colore, ma salta agli occhi di chi é abituato a guardare in alto. Svettano, infatti, sopra ai tetti, un cupolone color di pietra e tre cupole più piccole verde smeraldo. Il passante curioso che accetta l’invito del suoContinua a leggere “S. Pietro”

Torre Ligny

Torre  Ligny è uno dei miei luoghi preferiti. Restaurata di recente, con risultati discutibili  a detta dei trapanesi, a me sembra comunque bellissima. Sorge nell’estrema punta occidentale di Trapani  e la storia racconta che fu eretta durante la dominazione spagnola della Sicilia per ordine del principe di  Ligne. All’interno un piccolo museo ma soprattutto laContinua a leggere “Torre Ligny”

Foto di gruppo

La domanda è questa. Cosa ci fanno nella stessa foto Silvia, venuta a trovarci dall’Olanda con il fidanzato, le compagne di classe di Daniela, i professori con relativi coniugi e una mia carissima amica in visita con una sua collega? La risposta è: una serata piacevolissima, dove si mangia un’ottima pizza d’asporto, si chiacchiera delContinua a leggere “Foto di gruppo”

Lo Zingaro

Pensate ad una rigogliosa flora mediterranea, palme nane, ginestre, lecci, felci, ciclamini, orchidee…una composita vegetazione verde e fiorita, rigogliosa, a far da contorno a semplici sentieri in terra battuta. Pensate a sette chilometri di costa a picco su un mare dai mille toni di blu. Pensate a calette di sassi bianchi, lambite da acqua caraibica.Continua a leggere “Lo Zingaro”

I Misteri

  “Nessun dorma” potrebbe essere a giusta ragione la parola d’ordine di questa processione, una delle più antiche e la seconda più lunga d’Italia. Comincia alle due del pomeriggio del venerdì con l’uscita dei gruppi sacri dalla Chiesa delle Anime del Purgatorio, per concludersi la bellezza di ventiquattro ore dopo con l’entrata dei gruppi nellaContinua a leggere “I Misteri”

Tre piccoli eventi

Oggi, tre piccoli eventi da ricordare. N.1 Rimasto finora in fondo ad un gavone, strategicamente nascosto, oggi ha fatto la sua prima apparizione. È riapparso per una buona causa: da qualche giorno c’è uno splendido sole che rende proibitivi i pantaloni lunghi e quelli corti, riesumati dai sacchetti sotto vuoto dove erano stati riposti,sarebbero statiContinua a leggere “Tre piccoli eventi”

Le Scinnute

Avrò avuto sì e no 8 anni e adoravo curiosare nella libreria paterna. Tra i vari libri, i miei preferiti erano dei volumi del Touring Club, che al tempo mi sembravano enormi. Erano suddivisi per categoria e quello che sfogliavo di più si chiamava “Folclore”. Tra le foto in bianco e nero di riti eContinua a leggere “Le Scinnute”

Coincidenze…ancora!

Questa ve la devo proprio raccontare. È l’ennesima messa in scena della “Compagnia delle Coincidenze”, che ci accompagna dalla partenza. Prologo Un anno fa, circa di questi tempi, mi ritrovo a partecipare ad una di quelle cene che riunisce vecchi amici che non si vedono da vent’anni. A dispetto dei miei pregiudizi in merito, laContinua a leggere “Coincidenze…ancora!”

Amnesia retrograda globale

Chi non ha avuto la fortuna di seguire “Amnèsia” di Matteo Caccia (programma radiofonico su radio 2 tra i più belli che io ricordi) non capirà la citazione, ma non importa, perché ciò di cui voglio parlarvi non è né retrograda né globale ma é senz’altro amnesia. Periodo di carnevale e il tempo ha decisoContinua a leggere “Amnesia retrograda globale”

La natura…selvaggia…

.. …Chi poteva dire dove finisse la città e cominciasse la natura selvaggia? Chi poteva dire quale delle due limitasse l’altra?… La città, dopotutto, era solo una grande nave piena di scampati in costante movimento, e cercava di tenersi a galla sull’erba e di tenere a bada la ruggine… (Ray Bradbury- L’estate incantata) Se ilContinua a leggere “La natura…selvaggia…”